PAR CONDICIO

Si comunica che con decreto del Presidente della Repubblica del 22 marzo 2019 pubblicato sulla G.U. Serie Generale n. 71 del 25 marzo 2019 sono indetti i  comizi elettorali per l’elezione dei membri del Parlamento Europeo spettanti all’Italia .

Con decreto del Ministro dell’interno del 20 marzo 2019 è stata fissata la stessa data per le elezioni amministrative .

Pertanto, a partire dal 25 marzo e sino al 25 maggio 2019 sono in vigore le disposizioni di applicazione della normativa in materia di Par Condicio previste dalla Legge 22 febbraio 2000, n. 28.

Per quanto riguarda le attività di informazione e comunicazione politica delle radio e delle emittenti locali e le attività di comunicazione delle pubbliche amministrazioni trovano emittenti locali trovano applicazione le disposizioni di cui alla Delibera Agcom n. 94/19/Cons, nonché quelle contenute nella Legge 28/2000 ed in particolare nell’art. 9, comma 1 in cui si precisa che “dalla data di convocazione dei comizi elettorali e fino a chiusura delle operazioni di voto è fatto divieto a tutte le amministrazioni pubbliche di svolgere attività di comunicazione ad eccezione di quelle effettuate in forma impersonale ed indispensabili per l’efficace assolvimento delle proprie funzioni”.

PER TUTTI GLI ORGANI DI INFORMAZIONE

Dal 25 marzo al 25 maggio 2019 è entrata in vigore la normativa in materia di par condicio prevista dalla Legge 22 febbraio 2000, n. 28 e dalla delibera AGCOM 94/2019 che disciplina la comunicazione politica e la parità di accesso ai mezzi di informazione durante la campagna elettorale delle elezioni europee e comunali fissata per il giorno 26/05/2019.

La collocazione dei MAG all’interno dei singoli contenitori previsti per il primo giorno avverrà con sorteggio presso la sede del Corecom Molise in data ed ora che sarà successivamente comunicata sul sito internet ed agli organi di informazione.
In riferimento al rimborso dei MAG si comunica altresì che ad oggi non è stato adottato dal Governo alcun provvedimento circa lo stanziamento per i messaggi trasmessi nel 2019 e pertanto, il Corecom non è in grado di assicurare né se il rimborso verrà effettuato né in quale misura potrà


MODELLI ALLEGATI